Martedì 23 Aprile 2024

È tempo di cambiamenti ai vertici delle istituzioni culturali di Vienna. Abbiamo appena riferito la scelta dell’italiana Alessandra Ferri alla direzione del Wiener Staatsballet. Ma già prima era stato annunciato l’avvicendamento al vertice del Kusthistorisches Museum, cui segue ora quello alla direzione dell’Albertina. Sono entrambi musei di enorme prestigio per le collezioni che custodiscono.

Al Kunsthistorisches Museum prenderà le redini lo statunitense Jonathan Fine (nella prima foto), reduce da esperienze museali a Berlino e al Wiener Weltmuseum, il museo etnografico di Vienna. Fine non nasce come storico dell’arte, ma come avvocato (studi a Cambridge e a Yale), esperto in diritto internazionale e impegnato nel campo dei diritti umani. Soltanto quando la sua professione lo aveva portato in Africa aveva incominciato ad appassionarsi dell’arte di quel continente.

Fine prende il posto di Sabine Haag, che – come qualcuno ricorderà – se ne sarebbe dovuta andare già nel 2019, per essere sostituita dal tedesco Eike Schmidt, direttore della Galleria degli Uffizi di Firenze. Ma Schmidt aveva giocato un tiro mancino, rinunciando all’incarico con un solo mese di preavviso, pur essendosi candidato per quel ruolo l’anno prima. Nell’impossibilità di bandire in così breve tempo un nuovo concorso, Haag era stata pregata di rimanere in servizio per il tempo necessario. Il “tempo necessario”, probabilmente a causa del Covid, è durato più del previsto. Sarà congedata all’inizio del 2025, quando Fine ne prenderà il posto.

Il cambio della guardia all’Albertina merita un risalto ancora maggiore, perché se ne va un direttore, Klaus Albrecht Schröder, che è stato ininterrottamente alla guida di questo museo da 24 anni (al termine di lavori di ristrutturazione durati 10 anni). Con Schröder l’Albertina è diventato il museo più visitato di Vienna, grazie alle mostre temporanee di enorme successo allestite ogni anno. Gli succederà Ralph Gleis (nella seconda foto), storico dell’arte tedesco, già direttore dell’Alte Nationalgalerie di Berlino. È stato scelto da una rosa di venti candidati.

__________________________

Austria vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina https://www.facebook.com/austriavicina.