Martedì 23 Aprile 2024

La valle di Gastein nel Land del Salisburghese, con le sue località Bad Gastein, Bad Hofgastein e Dorfgastein è fra le destinazioni che hanno fatto la storia del turismo nelle Alpi. Nelle guide turistiche dell’epoca, come il rinomato Baedeker, venivano decantati i paesaggi montani, le eccellenti cure termali, le pittoresche cascate nel centro di Bad Gastein e le passeggiate panoramiche intitolate a imperatori e principesse.  Aristocratici, ricchi borghesi e personaggi illustri di tutta Europa frequentavano la valle e in particolare Bad Gastein, con i suoi grand hotel in stile bell’époque, gli eleganti caffè e i vivaci casinò. Più tardi, negli anni ’50 e ’60 furono soprattutto star del cinema a fare di Bad Gastein una località per il jet-set, che apprezzava anche le tante piste di sci, come attrattiva turistica, oltre alle terme.

Nel 1981 fu inaugurato il Parco nazionale degli Alti Tauri, il primo e più esteso dei Parchi nazionali austriaci, di cui la Valle di Gastein fa parte. Gastein continuò ad essere meta di villeggiatura estiva e invernale, quello che veniva però a mancare, era l’aspetto mondano. I vecchi grand hotel, infatti, non erano più di moda e cessavano man mano la loro attività. Fino a quando, qualche anno fa, fu il particolare mix di natura alpina e architetture d’epoca ad attirare un nuovo tipo di pubblico, appassionato di design e con gli occhi esperti per riconoscere e apprezzare luoghi straordinari. Così iniziò il “rinascimento” di Bad Gastein.

Al giorno d’oggi la valle e le sue località si presentano come luoghi dove echi storici e stile d’antan si incontrano perfettamente e dove eventi culturali, come art:badgastein, l’annuale festival estivo di arte contemporanea, stanno diventando dei “place to be”.

Già i nomi di certi alberghi, ora ristrutturati e (ri)aperti, ricordano atmosfere suggestive: come l’Hotel Miramonte, ora meta degli appassionati di arte e di design; Villa Excelsior, dove già Sigmund Freud passava le sue vacanze estive fra il 1916 e il 1923; Das Regina, uno degli hotel preferiti della scena creativa; Villa Solitude, dove un tempo alloggiavano nobili e teste coronate e che conserva squisiti arredi dell’epoca.

Dopo attenti restauri di altri due alberghi, che hanno fatto la storia di Badgastein, si aggiungono prestigiosi tasselli al mosaico questa straordinaria località: l’Hotel Straubinger è del 1840, mentre la storia del Badeschloss risale alle fine del 18. secolo.

La valle di Gastein si sta facendo conoscere anche per gli eventi dedicati alla pratica dello yoga. Gli Yoga Days Gastein si svolgono due volte all’anno, in primavera e in autunno, quando una cinquantina di maestri insegnano oltre 350 unità di yoga in tre diverse località della valle.  Questo fa degli “Yoga Days Gastein” uno dei più grandi eventi del suo genere, dove staccare la spina e rigenerarsi completamente. La prossima edizione è in programma dal 12 al 22 ottobre.

[Contributo di Österreich Werbung]

__________________________

Austria vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina https://www.facebook.com/austriavicina.