Venerdì 14 Giugno 2024

Ogni vetta alpina è, per definizione, uno straordinario punto panoramico. Chi va in montagna questo lo sa e, del resto, affronta la fatica e il sudore dell’ascensione proprio per poi godersi lo spettacolo che offre la vetta. Ma non tutti hanno le gambe e i polmoni per affrontare un impegno del genere. E allora ecco che l’Azienda di promozione turistica della Carinzia ci mette sul piatto 12 straordinari punti panoramici del Land, raggiungibili in auto e con una breve passeggiata, adatti per chi non ha l’età o il fisico per affrontare una lunga salita o più semplicemente è pigro. Eccoli.

Il belvedere della Kaiser-Franz-Josefs-Höhe sopra Heiligenblut
Un posto “maestoso” per due buoni motivi. Nel 1856, durante un soggiorno in Carinzia, l’imperatore d’Austria Francesco Giuseppe salì fino a qui a piedi (a quei tempi questo luogo era raggiungibile solo camminando per diverse ore) per ammirare lo splendido panorama sulla più alta vetta austriaca. Oggi questo belvedere si raggiunge facilmente in moto o in auto lungo la strada alpina a pagamento del Grossglockner. La vista sul re delle vette austriache e sul sottostante ghiacciaio Pasterze è davvero maestosa, oggi come allora.

Il Pyramidenkogel, un torre panoramica sul Wörthersee
Dal lago Wörthersee al parco dei monti Nockberge, dalla valle dei laghi alle cime delle Caravanche, da Villach al monte Dobratsch e da Klagenfurt all’alpe Koralm: il panorama a 360 gradi sul meraviglioso paesaggio di monti e laghi della Carinzia è semplicemente grandioso dalla torre panoramica in legno alta 100 metri, che si staglia sul Pyramidenkogel, a sud del Wörthersee. Si sale in ascensore, oppure a piedi per 441 gradini, e si arriva alla terrazza panoramica circolare.

Klagenfurt vista dal campanile della chiesa parrocchiale

Il tetto in rame del campanile della parrocchiale di Klagenfurt, alto 92 metri, è stato da poco rifatto e riluce di nuovo splendore. Chi sale per i 225 gradini fino in cima viene ricompensato con una vista magnifica sulla città e sul paesaggio nei dintorni, dal lago alla catena delle Caravanche. Fra l’altro. Klagenfurt è l’unica città austriaca dotata di un campanaro professionista: Horst Ragusch.

Dal Kitzelberg la vista spazia dal Klopeiner See alla Drava
Un meraviglioso punto panoramico nella zona turistica della Carinzia del sud è il monte Kitzelberg che si raggiunge quasi senza fatica. Alto 686 metri, il monte si può salire attraverso una comoda e idillica strada forestale, che serpeggia attraverso il bosco. La cima è sicura e facile da conquistare anche per escursionisti fuori allenamento. La terrazza panoramica offre una vista splendida sulla Jauntal, sul blu del Klopeiner See, sull’incantevole Turnersee e sulla Drava, il fiume principale della Carinzia.

Airwalk alla Kölnbreinsperre con 200 metri di vuoto sotto i piedi
Ci vogliono nervi saldi per camminare su questa piattaforma panoramica che sporge a sbalzo sul muro di sbarramento della più alta diga austriaca: la Kölnbreinsperre nella Maltatal. Il visitatore si ritrova su una superficie di vetro con un vuoto di 200 metri sotto i suoi piedi e si gode una vista mozzafiato sul paesaggio d’alta montagna degli Alti Tauri. La strada per raggiungere la diga sarà riaperta l’11 maggio, mentre l’Airwalk alla Kölbeinsperre, sottoposta a verifiche di sicurezza, sarà accessibile dal 17 maggio.

Sulla Taborhöhe con punto panoramico sul lago di Faak
Chi fotografa da qui il turchese brillante del Faaker See, non ha di certo bisogno di filtri colorati sull’obiettivo. Il punto panoramico della Taborhöhe offre una magnifica vista sul lago, sui suoi ameni dintorni e sulle vicine montagne. La cima del colle, a 725 metri di altitudine, si raggiunge da Egg con una facile escursione di un’ora o con una breve salita in macchina. Sul colle si trova anche un parco avventura nel bosco e un accogliente bar con terrazza panoramica.

Un bianchissimo tempietto affacciato su Pörtschach
Un piccolo e bianchissimo tempietto a colonne su uno sperone roccioso che domina Pörtschach: la Hohe Gloriette è di per sé un soggetto fotografico degno di nota, ma chi affronta i 40 minuti di cammino dal centro del paese, si gode anche uno dei più bei punti panoramici del lago e un meraviglioso balcone naturale rivolto a sud, da Maria Wörth a Velden, alla cornice delle Caravanche.

Sul Magdalensberg l’incanto della nebbia autunnale
Uno dei luoghi preferiti della Instagram community in Carinzia. Ai piedi del Magdalensberg si estende il bacino di Klagenfurt e alle sue spalle si erge l’imponente catena montuosa delle Caravanche. Si può salire a piedi o in macchina. La vista è particolarmente suggestiva in autunno, quando il sole splende sopra una coltre di nebbia. Un consiglio: inserire nell’inquadratura anche il vecchio granaio in legno che si trova sul lato sud del colle.

La piattaforma dello Zwergsee come la prua di una nave
Come la prua di una nave, questa piattaforma panoramica si protende sul versante meridionale dell’altopiano del Millstätter See e presenta all’osservatore un panorama unico sul lago, le montagne e le valli. Questo luogo magico, soprattutto al tramonto, è situato direttamente sullo Slow Trail Zwergsee, un facile itinerario ad anello sopra il lago di Millstatt.

Dallo Sky Walk del Gartnerkofel vista su Tauri, Carniche e Giulie
Gli Alti Tauri con il Grossglockner a nord, le Alpi Carniche e le Dolomiti a ovest, oppure le Alpi Giulie a sud: la Sky Walk sul Gartnerkofel, nel comprensorio sciistico ed escursionistico Nassfeld/Pramollo – Pressegger See, offre un puro spettacolo dalla vetta ed è un punto fotografico molto ricercato in questa zona alpina.

Rote Wand sul monte Dobratsch a prova di vertigini
Chi non soffre di vertigini, può guardare in basso: la piattaforma panoramica a sbalzo per oltre 7 metri sul versante sud del Dobratsch, a circa 1.500 metri d’altitudine, offre una vista grandiosa sull’abisso della Rote Wand, un’enorme parete rocciosa di colore rossastro. Non è da meno il magnifico panorama che si gode sulla valle Gailtal fino alle Alpi Giulie. Facilmente accessibile dal parcheggio 6 sulla strada panoramica Villacher Alpenstrasse.

Aineck, il nido d’aquila raggiungibile in seggiovia
Il rifugio di vetta più alto nella zona del Katschberg si raggiunge con una comoda risalita in seggiovia e offre un panorama straordinario a 2.222 metri d’altitudine. In una giornata limpida, da qui lo sguardo abbraccia un quinto del territorio austriaco. Il rifugio Adlerhorst (nido d’aquila) è famoso non solo per la vista panoramica, ma anche per le sue squisite specialità regionali, che si possono gustare insieme al panorama, comodamente distesi al sole in una sedia a sdraio sulla meravigliosa terrazza.

[Contributo di Kärnten Werbung]

__________________________

Austria vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina

https://www.facebook.com/austriavicina