Sabato 20 Aprile 2024

C’è un antisemitismo latente che attraversa tutta l’Austria a quasi 80 anni dalla sconfitta del nazismo. Lo si riscontra in quasi un terzo della popolazione. Il dato è inquietante e appare inspiegabile, dopo mezzo secolo di educazione democratica, se non con i vuoti di memoria e con il basso livello di cultura. L’antisemitismo è minore e quasi assente, infatti, negli austriaci in possesso di un titolo di studio superiore, mentre è largamente diffuso nella popolazione senza arte ne parte, più indifesa nei confronti degli imbonitori dell’estrema destra radicale.

Il quadro della situazione emerge da uno studio commissionato dal Parlamento (è il terzo dal 2018) e presentato dal suo presidente Wolfgang Sobotka (Övp). Da esso si rileva che il 32% è antisemita senza saperlo. È convinto di non esserlo, ma dalle risposte date agli autori del sondaggio svela di credere alle teorie complottiste, come quelle che vedono in campo Soros e gli ebrei della “East Coast”.

Un altro elemento ricorrente è quello che vede negli ebrei i responsabili principali delle loro persecuzioni: ne è convinto il 20% degli austriaci. Il 15% fa propri acriticamente i principali stereotipi che riguardano gli ebrei, fino a negare l’esistenza dell’Olocausto. Su questo tema, l’11% della popolazione non lo nega, ma ritiene che nel racconto che se n’è fatto si sia esagerato.

“L’antisemitismo – ha dichiarato Sobotka – non è un fenomeno ai margini della società. È in mezzo a noi”. Ha a che fare con una lunga tradizione culturale, le cui radici affondano nella tradizione cristiana, che fino a non molti anni fa accusava il popolo ebraico di deicidio. Per questo, secondo Sobotka, “non possiamo accontentarci con lo studio dell’antisemitismo tra il 1938 e il 1945 (sono gli anni dell’annessione dell’Austria al Reich nazista, nda)”.

NELLA FOTO, il presidente del Parlamento, Wolfgang Sobotka, rende omaggio alle vittime del nazismo nel campo di sterminio di Mauthausen.

__________________________

Austria vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina https://www.facebook.com/austriavicina.