Sabato 20 Aprile 2024

Da est a ovest, e da nord a sud, l’Austria è ricca di palazzi imponenti e secolari. Impreziosiscono le città, siedono orgogliosamente sulle colline e sono incastonati in splendidi paesaggi. Molti di essi sono circondati da giardini e parchi, che, come gli edifici stessi, raccontano storie di mode, epoche e stili, di personaggi e di passioni, del passato ma anche del presente. Specialmente nella bella stagione, molti di loro diventano scenari eccezionali per festival ed eventi culturali. Nelle diverse ambientazioni, tutti i festival hanno qualcosa in comune: musica di altissima qualità.

Una “torre delle nuvole” nel parco del castello di Grafenegg

Fino al 3 settembre concerti di musica classica di altissimo livello in un ambiente magnifico: Grafenegg, situata tra Vienna e il patrimonio Unesco della Wachau, la valle del Danubio, si è trasformata in pochi anni in una location per festival di fama internazionale, che ogni anno ispira persone da tutto il mondo con la sua atmosfera unica: nel mezzo dell’incantevole parco di 30 ettari che circonda il palazzo ottocentesco – il più importante nello stilo eclettico in Austria – è stato costruito l’imponente palcoscenico all’aperto “Wolkenturm” (“torre delle nuvole”), considerato uno dei palcoscenici all’aperto acusticamente migliori al mondo.

https://www.grafenegg.com/en?set_language=en

Storie al femminile al Festival di Musica Antica di Innsbruck

Chi furono le cantanti che ispirarono Antonio Vivaldi o Claudio Monteverdi? Chi erano le “prime donne” della musica barocca? E quali grandi musiciste sono state ingiustamente messe in ombra per il fatto di essere donne? In occasione del Festival di musica antica queste e altre storie al femminile verranno raccontate in modo suggestivo ed emozionante. Per di più, fra le location del Festival spicca palazzo Ambras, la cui storia è strettamente legata a una donna: fu Ferdinando II d’Asburgo, figlio dell’Imperatore del Sacro Romano Impero, collezionista di oggetti d’arte e rarità preziose di ogni genere, a donarlo alla sua consorte Philippine Welser, figlia di un ricco mercante di Augusta. Il palazzo, circondato da magnifici giardini, delizia i visitatori ancora oggi. Oltre ai concerti, nell’ambito del Festival di musica antica (fino al 29 agosto), il 15 agosto nei suoi giardini si svolgerà una magnifica festa in stile rinascimentale, con musiche, spettacoli, e giochi.

Inoltre, ogni estate a Schloss Ambras si tengono mostre tematiche, che abbinano il fascino del luogo alla particolarità dei tesori che custodisce. La mostra di quest’estate, “Spaventosamente bello 2.0”, sarà dedicata a esseri tenebrosi, demoni e creature ibride nella storia dell’arte dall’antichità al 18. secolo, con dipinti e oggetti ricchi di simbolismo e rappresentazioni di miti affascinanti.

https://www.altemusik.at/en/festival

https://www.schlossambras-innsbruck.at

Desiderio e nostalgia al festival musicale “Herbstgold”

Quando le giornate si fanno più brevi e le luci dorate di fine estate immergono il paesaggio in atmosfere suggestive, è il momento del festival “Herbstgold” (“Autunno d’oro”), in programma dal 9 al 24 settembre. Già nel 18. secolo la particolare atmosfera del palazzo barocco dei principi Esterházy, con il suo vasto parco, ispirò Joseph Haydn a scrivere la sua musica. Il compositore fu musicista di corte, maestro di cappella e compositore presso la corte principesca di Eisenstadt dal 1761 al 1803. Gli Esterházy furono una delle famiglie aristocratiche più ricche e importanti dell’Impero asburgico, per la quale Haydn avrebbe composto opere, diretto l’orchestra e allestito rappresentazioni nelle dimore della famiglia.

Palazzo Esterházy è considerato uno dei più bei palazzi barocchi dell’Austria e offre uno spaccato della splendida vita alla corte principesca. La sala da concerto, dall’acustica eccezionale, è dedicata a Joseph Haydn ed è ancora oggi luogo di concerti ed eventi. Il tema centrale dell’edizione 2023 del festival “Herbstgold” sarà Sehnsucht, quell’inspiegabile sentimento fra desiderio e nostalgia che tanto ha ispirato i romantici, con un programma che spazierà dalla musica classica a serate jazz, dalla musica balcanica alla world music.

https://www.herbstgold.at/en

La magia di luci e suoni a Palazzo Eggenberg di Graz, Stiria

La dinastia degli Eggenberg, un tempo ricca e potente, si è estinta da molto tempo, ma rimane il suo straordinario palazzo, Patrimonio Unesco insieme con il centro storico di Graz. Fu progettato e costruito prendendo come riferimento il concetto di armonia cosmica. Gli angoli dell’edificio sono rivolti ai quattro punti cardinali, mentre i suoi lati corrispondono ai momenti della giornata: mattino, mezzogiorno, sera e notte. I numeri con il loro simbolismo governano l’insieme dell’architettura: 365, come i giorni dell’anno, sono le finestre, 52 di queste, pari alle settimane di un anno, si trovano al piano nobile; ogni piano ha 31 stanze, corrispondenti ai giorni di un mese.

Nelle stanze al piano nobile, rimaste quasi immutate dal 17. secolo, con arredi, arazzi e decorazioni, quella dei Pianeti appare la sontuosa sintesi della concezione di questo luogo-compendio dell’universo. Le pitture rappresentano temi astrologici, simbolismo dei numeri e mitologia della dinastia Eggenberg, collegando i dodici segni zodiacali, gli elementi e le costellazioni con i sei pianeti allora conosciuti. L’insieme è uno dei più affascinanti capolavori del primo barocco, non solo in Austria, ma in tutta l’Europa centrale.

Così come la storia del palazzo Eggenberg anche quella dei suoi giardini è affascinante: in origine giardino all’italiana, poi giardino formale alla francese, nell’ Ottocento l’ampio parco viene trasformato in giardino romantico all’inglese, dove la natura poteva essere “libera”. Ed è così che oggi lo si può ammirare.

Raggiunge uno dei momenti più belli nel mese di giugno, quando fioriscono centinaia di rose antiche che spandono il loro profumi e creano un contrasto pittoresco fra le loro fioriture colorate e il verde intenso delle conifere vicine. Ma anche nelle altre stagioni, i visitatori possono muovere i loro passi in un universo poetico e sensoriale. Davvero magica sarà l’atmosfera in occasione del festival “Klanglicht” (dal 25 al 27 ottobre), quando arte luminosa, colori e musica trasformeranno Palazzo Eggenberg e i suoi giardini in un’opera d’arte audiovisiva. Durante il festival, spettacolari installazioni luminose saranno proiettate sulle facciate e allestite nei giardini del palazzo. L’esperienza visiva sarà accompagnata da musica composta per l’occasione

https://www.austria.info/it/destinazioni/citta/graz/il-castello-eggenberg-a-graz

https://www.museum-joanneum.at/en/palace-and-gardens-schloss-eggenberg

KLANGLICHT I Graz | Eventi a Graz (graztourismus.at)

[Contributo di Österreich Werbung]

NELLA FOTO, il “Wolkenturm”, la “torre delle nuvole”, nel parco del castello di Grafenegg.

__________________________

Austria vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina https://www.facebook.com/austriavicina.