Lunedì 22 Aprile 2024

Osservare la natura nei sei Parchi nazionali. Più di 200 ranger – uomini e donne – dei parchi nazionali austriaci conoscono la loro area protetta come le loro tasche. In quanto professionisti della natura e dell’outdoor, sanno dove si trovano i luoghi migliori per osservare gli animali selvatici, quali piante sono in fiore in quel momento e dove si può godere del panorama più bello. Ciascun parco nazionale si può esplorare in compagnia di un ranger: ad esempio, nel Parco nazionale del Danubio nei dintorni di Vienna si può andare in barca ad osservare tartarughe, pesci e il martin pescatore; nel Parco nazionale Thayatal nella Bassa Austria, dove un tempo c’era la cortina di ferro, si esplora l’habitat del timidissimo gatto selvatico, e nel Parco nazionale degli Alti Tauri, condiviso fra le regioni Tirolo, Salisburghese e Carinzia si possono osservare aquile reali e avvoltoi barbuti, andare alla ricerca di smeraldi e stelle alpine, o salire lungo antichi sentieri fino a 2000 metri di altitudine, dove si trova un villaggio di sedici baite in pietra.

Nationalparks Austria – nationalparksaustria.at | EN

Esplorare passo per passo a ritmo slow. Posare lo sguardo su incantevoli paesaggi di placidi laghi e misteriose brughiere, corsi d’acqua e fitti canneti; ascoltare i suoni della natura; percepire il profumo di fiori e dei muschi: per immergersi con tutti i sensi nella natura, sono nati nel Land Carinzia gli “slow trails”. Si tratta di sentieri tranquilli, lunghi intorno ai 10 chilometri e con dislivelli che non superano i 300 metri. Percorrendoli si potrà godere appieno della bellezza e della forza rigeneratrice della natura. Una natura che si potrà anche toccare: tuffandosi in un lago, camminando a piedi nudi su prati freschi di rugiada o su morbidi cuscini di muschio o facendo esercizi di yoga.

Da quest’anno gli “slow trails” sono 20, ciascuno con atmosfere e caratteristiche specifiche. Ad esempio, nel Parco Unesco della biosfera del lago di Millstatt si può contemplare il lago da punti panoramici allestiti con amache e piattaforme; nel Parco naturale Weissensee si possono ammirare i giochi di luci e ombre che probabilmente hanno dato il nome al “lago bianco”. Infine, un’ansa del fiume Drava, vicino a Villaco, invita a osservare l’avifauna, mentre nell’Unesco Global Geopark delle Caravanche, nel sud del Land, si cammina in un vero paradiso naturale inseguendo cascate e ruscelli e riposando sulle rive di tranquilli laghetti.

https://www.carinzia.at/

[Contributo di Österreich Werbung]

NELLA FOTO, il Parco nazionale del Neusiedlersee.