Domenica 14 Aprile 2024

Blocco dei tir italiani in Austria. La notizia è stata data dal Tg regionale del Friuli Venezia Giulia e si riferisce alla circolazione lungo l’autostrada dei Tauri, quella che collega il valico di Tarvisio a Salisburgo e più su alla Germania e al Centro Europa. I rappresentanti della categoria degli autotrasportatori della regione hanno lamentato una discriminazione nei confronti degli operatori italiani, perché il divieto colpirebbe soltanto loro, favorendo invece quelli austriaci, non soggetti al divieto.

Il servizio, per la verità, non ha fatto chiarezza sulla situazione e gli interlocutori intervistati hanno fatto del loro meglio per confondere le carte. In primo luogo non si tratta di un blocco, ma di un divieto di circolazione per i veicoli di peso superiore alle 7,5 tonnellate in alcune ore dei venerdì e dei sabati da qui alla fine di marzo: nei venerdì dalle 13 alle 19, nei sabati dalle 7 alle 15. Prima e dopo quelle ore la circolazione è consentita.

La decisione di imporre quel limite è stata determinata dalla necessità di effettuare lavori di radicale risanamento nei tunnel autostradali di Ofenauer e Hiefler (più a nord) e nella zona di Werfen (tunnel di Brentenberg, Zetzenberg, Helbesberg), che richiedono la chiusura completa al traffico di una “canna” alla volta, trasferendo tutto il traffico nell’altra, dove quindi si procede nei due sensi di marcia e a velocità limitata.

I cinque cantieri, come sempre accade nei lavori stradali, comportano rallentamenti, code e a volte interruzioni temporanee tra traffico. Per questo Asfinag, la società che gestisce le autostrade austriache, ha scelto di concentrare gli interventi nei mesi invernali (da novembre a marzo e poi di nuovo da settembre a giugno del 2025), evitando di interferire con l’intenso traffico turistico estivo.

Quindi non un blocco totale, ma un blocco di 6 ore al venerdì e di 8 ore al sabato, quando si registra la maggiore congestione del traffico. Inoltre, non un blocco dei tir italiani, ma dei tir che non sono diretti in Austria, ma hanno come destinazione l’Italia o la Slovenia (se vengono da nord) o la Germania o le Cechia (se da sud sono diretti a nord). Non c’è distinzione tra tir italiani e austriaci: se un tir austriaco di Salisburgo deve trasportare merci a Udine o a Lubiana, è soggetto al divieto come un tir italiano; viceversa, se in tir italiano in partenza da Udine deve trasportare mobili a Salisburgo, può viaggiare come i tir austriaci.

Uno dei rappresentanti degli autotrasportatori ha lamentato inoltre il mancato preavviso del blocco stradale (che abbiamo visto non essere un blocco), in contravvenzione agli obblighi di informazione che dovrebbero esistere. “In questo caso – ha detto – è stato fatto un giorno per l’altro”. Non è così. Figuriamoci se gli austriaci si inventano le cose da un giorno all’altro. Forse in Italia è così, ma in Austria i lavori pubblici sono programmati con largo anticipo e di conseguenza anche le modifiche alla circolazione sono programmate in anticipo. Quelle che riguardano i lavori in corso alle gallerie dei Tauri portano la data del 20 febbraio 2023. Persino noi, che non siamo autotrasportatori, ne eravamo al corrente e ne avevamo dato notizia in questo blog il 4 novembre scorso, con un articolo dal titolo “Code per lavori nei tunnel dell’autostrada dei Tauri”.

Nel servizio del Tg regionale si chiede, in conclusione, che Vienna riveda le proprie decisioni e tolga il divieto di circolazione ai tir. Evidentemente non si tiene in alcun conto che ciò comporterebbe il caos e forse la paralisi del traffico in quei due giorni della settimana di maggiore congestione. E, d’altra parte, esigenze di sicurezza impongono che i lavori di manutenzione e risanamento dei tunnel siano fatti.

Ci viene in mente il ponte Morandi e la negligenza con cui Autostrade per l’Italia consentì che crollasse. La società sarebbe dovuta intervenire con immediatezza, non appena i tecnici avevano segnalato la criticità dei piloni e del cemento armato. Ma se quel ponte fosse rimasto chiuso per alcuni mesi, quali sarebbero state le reazioni degli autotrasportatori e dei normali viaggiatori?

NELLA FOTO, veicoli incolonnati sull’autostrada dei Tauri, dopo l’inizio dei lavori nei tunnel nel novembre scorso.

__________________________

Austria vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina https://www.facebook.com/austriavicina