Sabato 20 Aprile 2024

Le elezioni in Sardegna sono una metafora di un Paese che non funziona. Non ci riferiamo all’aspetto politico, ma a quello organizzativo. Si è votato domenica. Ieri è stato effettuato lo spoglio delle schede. Alle 13, dopo 6 ore di scrutinio, si conoscevano i risultati di 47 seggi su 1844. Alle 19, dopo 12 ore di scrutinio, non c’era ancora certezza su chi avesse vinto. Sì, i dati parziali indicavano la candidata Alessandra Todde in vantaggio, ma la differenza di voti con Paolo Truzzu era così modesta che non si poteva ancora escludere un capovolgimento. Immaginiamo la fibrillazione nelle redazioni dei giornali, costretti chiudere quando ancora i risultati definitivi non erano noti e si dovevano azzardare titoli affidandosi alle probabilità.

La Sardegna non è tutta l’Italia, ma quel che abbiamo visto ieri in Sardegna lo vediamo ogni giorno ovunque: dai mesi di attesa per ottenere il rilascio di un passaporto ai 57 centesimi (cinquantasette centesimi) richiesti per diritti di segreteria per un passo carrabile (importo da versare con bonifico bancario o vaglia postale, non in contanti). È l’Italia che in tutti i campi avanza con il freno a mano tirato.

Torniamo alle elezioni e al nostro blog, dedicato all’Austria. I nostri vicini votano, come in Sardegna, soltanto alla domenica. I seggi si chiudono normalmente alle 17 (ma in alcune zone anche prima). In ogni caso, pochi minuti dopo la chiusura degli ultimi seggi, la tv dà subito notizia degli exit-poll che, con qualche aggiustamento, risultano confermati dal risultato finale. Il risultato finale arriva poco dopo le 20. I giornalisti sono contenti, perché possono mettersi subito al lavoro e poi chiudere baracca.

Gli aventi diritto al voto alle ultime elezioni in Austria erano poco meno di 6,5 milioni, ma hanno votato meno di 5 milioni. Dopo tre ore gli scrutini erano finiti. In Sardegna i votanti sono stati 500.000 e non è bastata un’intera giornata per sapere chi aveva vinto.

NELLA FOTO, la sala stampa in un’ala della Nationalbibliothek di Vienna, in occasione delle elezioni politiche. I giornalisti sono in attesa dei risultati del voto: mancano poco alle 17 e fra tre ore sarà già tutto finito.

__________________________

Austria vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina https://www.facebook.com/austriavicina