Mercoledì 22 Maggio 2024

Vienna, Faßziehergasse; targa in memoria di Alcide De Gasperi 2 (F. Purtscher) - CopiaC’è un capitolo della vita di Alcide De Gasperi che pochi conoscono o non conoscono a sufficienza: quello del suo impegno politico a Vienna, fino alla Prima guerra mondiale. Essendo nato a Pieve Tesino, in Trentino, nel 1881, De Gasperi apparteneva allora alla minoranza italiana dell’Impero austriaco. Laureatosi in filosofia e letteratura a Vienna, svolse attività politica dapprima nel movimento studentesco cristiano, battendosi per l’istituzione di una facoltà di giurisprudenza italiana. Nel 1911 fu eletto a larghissima maggioranza nel Reichsrat, il Parlamento dell’Impero.

La storica sala esiste ancor oggi e viene usata soltanto per eventi solenni, come il giuramento del presidente della Repubblica, mentre le normali sedute dei deputati si svolgono in un’altra aula più piccola. Nella sala storica, aperta ai visitatori (non in questi ultimi tre anni, in cui il palazzo è sottoposto a radicali lavori di ristrutturazione e restauro, ma lo sarà tra poco) sul seggio occupato dal deputato trentino appare una targhetta con il suo nome.

Ad Alcide De Gasperi la Diplomatische Akademie Wien dedica domani un convegno, che riguarderà ovviamente non soltanto il capitolo austriaco di De Gasperi, ma anche il suo ruolo successivo di co-fondatore della Democrazia Cristiana, presidente del consiglio italiano dal 1945 al 1953, firmatario dell’accordo con il ministro austriaco Gruber per l’autonomia del Sud Tirol, uno dei padri del progetto di unificazione dell’Europa.

I lavori saranno aperti dal direttore dell’Accademia, Emil Brix, e dall’ambasciatore d’Italia a Vienna, Stefano Beltrame. Introdurranno i lavori il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, e l’ex ministro degli Esteri Angelino Alfano, nella sua veste di presidente della Fondazione De Gasperi. Seguiranno relazioni di Giuseppe Ferrandi, direttore della Fondazione Museo storico del Trentino, Andrea Di Michele, docente di storia contemporanea all’Università di Bolzano, e Sylvia Kritzinger, docente di scienze sociali all’Università di Vienna. Fungerà da moderatore il giornalista Stefan Wallisch, capo della redazione Ansa di Bolzano e Trento.

La Diplomatische Akademie è un istituto di studi postuniversitari, propedeutici alla carriera diplomatica o al lavoro nel settore pubblico o nelle istituzioni internazionali. Ha sede a Vienna, in Favoritenstrasse 16/A. Il convegno avrà inizio alle 18, nel salone delle feste dell’Accademia. Per tutti gli interventi è prevista la traduzione simultanea in tedesco e in italiano. Ai partecipanti è raccomandato l’uso della mascherina Ffp2.

 

NELLA FOTO, la lapide che Vienna nel 1981 ha dedicato ad Alcide De Gasperi nella Faßziehergasse. Dice: “In questa casa abitò il grande europeo cristiano democratico Alcide De Gasperi. 1911-1914 deputato al Parlamento austriaco. 1943 fondatore della Democrazia Cristiana. 1945-1953 presidente del consiglio italiano.

__________________________

Austria vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina https://www.facebook.com/austriavicina.

 

 

Lascia un commento