Lunedì 22 Aprile 2024

Non riveliamo nulla di nuovo osservando che gli austriaci amano l’Italia per il suo mare, il suo patrimonio di storia e cultura, ma anche per la sua gastronomia e i suoi vini. Anzi, molti austriaci sono stati conquistati dalla nostra cucina, prima ancora di conoscere le nostre spiagge. Lo dimostrano i tanti libri usciti in Austria sull’argomento, tra i primi quelli pubblicati dal compianto Peter Lexe, giornalista della “Kleine Zeitung”, esperto di cucina e lui stesso cuoco.

Ora dobbiamo segnalare l’ultima fatica della coppia Gisela Hopfmüller e Franz Hlavac, due giornalisti dell’Orf di Vienna, ora in pensione, che da 22 anni hanno preso casa nel Medio Friuli e che da allora hanno dedicato a questa regione, se non sbagliamo il conto, sei libri. Sei guide alla conoscenza del Friuli Venezia Giulia per lettori austriaci e tedeschi. Meglio di qualsiasi campagna pubblicitaria.

L’ultimo della serie – il settimo, sempre che il nostro conto sia esatto – è dedicato ai piatti della gastronomia friulana e giuliana ed è stato pubblicato nell’ormai nota collana dell’editore tedesco Emons, i cui titoli incominciano tutti con “111”. Quello di cui stiamo parlando ha per titolo “111 delizie in Friuli Venezia Giulia che si devono proprio assaggiare”.

A sfogliarne le pagine si rimane sorpresi dal lungo viaggio culinario intrapreso dai due viennesi e dai tanti piatti scoperti lungo il percorso. Alcuni sono dei classici che tutti noi conosciamo, ma altri sono rarità, che potrebbero sorprendere anche un lettore di questa regione. Del resto, per raggiungere la quota obbligata di “111”, Hopfmüller e Hlavac hanno dovuto esplorare a fondo ogni angolo di questa regione, da essi definita “un Eldorado culinario”.

La carrellata va dal prosciutto crudo al salame e alle salsicce, dal formaggio Montasio al “formadi frant”, dalla polenta ai “cjarsons”, dalla “brovada” alla minestra con la “jota”, dalla trota affumicata di San Daniele al radicchio rosa di Gorizia, ai fasolari. Il libro dei giornalisti viennesi è un vademecum del gusto del Friuli Venezia Giulia, ma anche una guida culturale, perché aiuta i lettori di lingua tedesca a comprendere come la cucina di questa terra rifletta necessariamente l’incontro delle culture germanica, slava e latina. Nei nomi e nei sapori.

La descrizione dei prodotti e dei piatti, con l’indicazione degli ingredienti, consente ai lettori di mettersi alla prova davanti ai fornelli. Ma, se si vuole andare sul sicuro, possono essere assaggiati nelle tante osterie e trattorie della regione. “111 delizie in Friuli Venezia Giulia che si devono proprio assaggiare” è dunque un libro da sfogliare in cucina, ma anche un viatico per un viaggio in questo nord-est d’Italia. Le foto che accompagnano ogni “delizia” costituiscono un’anteprima di ciò che i viaggiatori di lingua tedesca troveranno sulle nostre tavole.

* * *

Gisela Hopfmüller e Franz Hlavac, 111GENÜSSE IN FRIAUL UND JULISCH VENETIEN, DIE MAN PROBIERT HABEN MUSS, Emons Verlag 2024, Colonia, pag. 240, prezzo di vendita 18 euro in Germania, 18,60 euro in Austria.

NELLE FOTO, la copertina della guida gastronomica e gli autori Gisela Hopfmüller e Franz Hlavac.

__________________________

Austria vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina https://www.facebook.com/austriavicina