Sabato 20 Aprile 2024

Un anno dopo il conferimento del Premio Nobel per la fisica allo scienziato austriaco Anton Zeilinger, per le sue ricerche nel campo della fisica dei quanti, l’Accademia delle scienze svedese bussa di nuovo alle porte di uno scienziato austriaco: Ferenc Krausz, 61 anni, per i suoi studi nel campo della fisica ad attosecondo e della scienza dei laser.

Ma è davvero austriaco Krausz? Il nome e il cognome tradiscono origini ungheresi. E, infatti, il premiato è nato in Ungheria, a Mór, il 17 maggio 1962, e ha studiato fisica teorica all’Università Eötvös Lorand e ingegneria elettrica all’Università tecnica di Budapest. Ma poi si è trasferito a Vienna, ottenendo l’abilitazione all’Università tecnica della capitale.

Qui ha svolto il suo dottorato di ricerca, è diventato assistente e nel 1999 infine professore di ruolo. Ma se ne va già nel 2003 in Germania, a Garching, per dirigere il Max Plank Institut per l’ottica quantistica. Il resto della sua carriera prosegue tutta in Germania, anzi a Monaco: nel 2004 diventa docente alla facoltà di fisica della Ludwig Maximilians Universität (qui il team da lui diretto riesce per la prima volta a produrre un impulso di luce di un attosecondo); dal 2010 è direttore del Munich Center for Advanced Photonics; dal 2015, direttore del Center for Advanced Laser Applications.

Dunque il nuovo Premio Nobel per la fisica è austriaco? Oppure ungherese? O, perché no tedesco, visto che in Germania ha svolto più a lungo i suoi studi e qui ha messo la prima pietra delle sue ricerche nella fisica ad attosecondo? L’Austria ieri lo ha festeggiato, iscrivendo il suo nome nella lista dei cinque fisici austriaci premiati dall’Accademia svedese. Un numero strepitoso, se si considerano le dimensioni demografiche della piccola Austria.

La stampa lo ha definito uno scienziato austro-ungherese e tutto il mondo politico ha rilasciato dichiarazioni in cui ci si congratula con l’illustre connazionale. Ma l’”Academia Leopoldina” delle scienze – la più antica accademia al mondo nel campo delle scienze naturali, ragion per cui ha un nome latino (“Academia” con una “c”) – a cui era stato ammesso nel 2016, preferisce definirlo ungherese, benché la prestigiosa istituzione di cui è membro sia tedesca.

__________________________

Austria vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina https://www.facebook.com/austriavicina.