Sabato 20 Aprile 2024

Gli iscritti all’Spö, il Partito socialdemocratico, si sono espressi. Erano stati chiamati a indicare il nome dell’esponente che dovrà guidare il partito da qui alle prossime elezioni politiche nell’autunno del 2024. Confermare la segretaria in carica, Pamela Rendi-Wagner, o puntare su uno dei due candidati alternativi: il governatore del Burgenland, Hans Peter Doskozil, o il sindaco di Traiskirchen, Andreas Babler.

Alla consultazione interna all’Spö hanno partecipato 107.133 dei 147.939 iscritti, inviando il loro voto per posta oppure online. Il risultato non poteva essere più problematico. È prevalso Doskozil (nella foto) con il 33,68%, ma anche gli altri candidati hanno ottenuto quasi gli stessi consensi (31,51% Babler, 31,35% Rendi-Wagner.

Insomma, il vincitore del sondaggio è Doskozil, ma non è un’affermazione netta. Quei pochi voti di differenza non promettono nulla di buono. Fanno presagire un partito frantumato, dilaniato da lotte interne, non in grado di affrontare con successo l’appuntamento elettorale del prossimo anno. Rendi-Wagner, giunta a sorpresa al terzo posto, ha già annunciato le sue dimissioni, per rispettare la promessa che aveva fatto prima del sondaggio. Altri esponenti dell’Spö hanno annunciato l’uscita dal partito, non sentendosi rappresentati da un nuovo leader populista come Doskozil, la cui linea politica assomiglia molto a quella dell’estrema destra sovranista. Babler, giunto secondo, ha chiesto un ballottaggio tra lui e Doskozil, che però non era stato previsto.

Frattanto si sta lavorando in vista del congresso straordinario dell’Spö, in calendario il 3 giugno a Linz. Lo statuto, infatti, prevede che quella sia la sede per incoronare il nuovo segretario e che il sondaggio tra gli iscritti abbia soltanto un valore indicativo. A Linz si riuniranno i delegati, che dovranno votare il futuro leader. Confermeranno Doskozil, preferito da un terzo degli iscritti al partito, o sceglieranno uno degli altri due candidati o un altro nome ancora, la cui candidatura potrebbe essere presentata a sorpresa nel corso del congresso? Naturalmente lo statuto consente loro di farlo, ma la scelta, quale che sia, sarà comunque devastante.

Nel frattempo Herbert Kickl, leader dell’Fpö, il partito dell’estrema destra sovranista, se la ride. Il suo partito è il primo nei sondaggi e il travaglio dentro l’Spö mette fuori gioco l’unico partito che in questo momento potrebbe strappargli il primato.

__________________________

Austria vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina https://www.facebook.com/austriavicina.

Lascia un commento