Sabato 20 Aprile 2024

È stata dura la condanna che il presidente della Repubblica austriaca, Alexander Van der Bellen, ha espresso per la morte di Alexei Navalny. Si è detto “scosso” dalla notizia, affermando che “Putin e il suo regime assassino dovranno risponderne”. Van der Bellen ha poi rivolto parole di cordoglio ai familiari. Di analogo tono le parole del vicecancelliere, Werner Kogler, che ha sollecitato “un’inchiesta internazionale”.

Immediata la reazione su X (ex Twitt) dell’Ambasciata russa a Vienna: “In riferimento alle parole ingiuriose rivolte dal presidente federale Alexander Van der Bellen alla Russia e al governo russo, l’Ambasciata ha presentato una nota di protesta al Ministero per gli affari esteri”.

Non sappiamo se il ministro degli Esteri, Alexander Schallenberg, abbia risposto all’ambasciatore. Sappiamo che Schallenberg invece ha reso omaggio al “defunto prigioniero politico Navalny”, definendolo “propugnatore di una Russia più aperta e democratica” e sollecitando anche lui “una inchiesta completa e indipendente sulle circostanze della sua morte”.

Nel pomeriggio di ieri dozzine di persone si sono radunate davanti all’Ambasciata russa, in Reisnerstrasse, nel 3. Distretto di Vienna. Sono stati pronunciati slogan di condanna dell’”assassinio” del leader dell’opposizione russa e contro la guerra in Ucraina. “Lo Stato russo lo ha ucciso – ha dichiarato all’agenzia Apa una delle dimostranti – Questo è un assassinio politico, non una morte accidentale in carcere”. “Qui ci sono uomini che non vogliono chiudere gli occhi davanti all’omicidio di un usurpatore”, ha dichiarato un uomo di origine russa, che però da 50 anni vive a Vienna.

La piccola folla radunatasi davanti all’ambasciata è stata controllata con discrezione dalla polizia, che tuttavia ha ritenuto di tollerare la manifestazione, benché non autorizzata.

NELLA FOTO, l’Ambasciata russa nella Reisnerstrasse, nel 3. Distretto di Vienna, detto anche il “distretto delle ambasciate”, perché qui si trovano le principali rappresentanze diplomatiche straniere. La Reisnerstrasse fa angolo con la Rennweg, dove ha sede l’Ambasciata d’Italia.

__________________________

Austria vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina https://www.facebook.com/austriavicina