Lunedì 22 Aprile 2024

Una cabina dell’impianto di risalita dell’Acherkogelbahn, in Tirolo, è precipitata al suolo. A causare l’incidente è stato un abete, abbattutosi sul cavo portante. Quattro persone sono rimaste ferite, due in modo grave. L’incidente è avvenuto questa mattina ed ha sorpreso tutti, perché non c’era vento e quindi non si capisce che cosa possa aver causato la caduta di vari alberi, uno dei quali ha colpito il cavo dell’impianto. È stata aperta un’inchiesta.

L’Acherkogelbahn è una telecabina di arroccamento: serve a trasportare gli sciatori da Oetz, il paese di fondovalle, al comprensorio sciistico di Hochoetz, con un balzo di 1.200 metri. Il nome probabilmente dice poco a chi non abbia frequentato la zona, ma, se aggiungiamo che Oetz si trova all’imbocco della Ötztal, allora la memoria si risveglia. È all’estremità sud di questa valle, al confine con l’Italia, che nel 1991 fu ritrovata la cosiddetta “mummia di Similaun”, che un giornalista austriaco ribattezzò scherzosamente “Ötzi”, dal nome appunto della valle.

L’Acherkogelbahn ha cabine da 8 posti. In quella colpita dall’albero erano presenti quattro passeggeri della Danimarca, tutti della stessa famiglia. Al momento dell’incidente si trovavano a metà circa del percorso, che è lungo 2,83 chilometri, in un tratto impervio, ricoperto da una foresta di abeti e non raggiungibile da terra. Per questa ragione non si sa con certezza di quanti metri sia stata la caduta, anche se si suppone che siano meno di dieci.

Per soccorrere i passeggeri è stato necessario intervenire dall’alto, con un elicottero. Sono stati tutti agganciati a un cavo baricentrico. I due più gravi sono stati trasportati direttamente all’ospedale di Innsbruck. Uno di essi è in pericolo di vita. Gli altri due, al più vicino ospedale di Zams.

La telecabina dell’Acherkogel è stata fermata e i passeggeri sono stati avvertiti con l’altoparlante dell’accaduto. Nel comprensorio dell’Hochoetz sono presenti 12 impianti tra sciovie, seggiovie e telecabine, più l’impianto di arroccamento che sale da Oetz e rappresenta l’unico collegamento con il paese a fondovalle. Per i numerosi sciatori che si trovavano in quota la chiusura dell’Acherkogelbahn ha reso complicato il rientro. Hanno dovuto utilizzare la telecabina dell’Ochsengarten, che scende però sul versante opposto rispetto a Oetz (naturalmente molti sono scesi con gli sci ai piedi lungo la pista adiacente), e quindi utilizzare bus o taxi per rientrare al loro domicilio.

__________________________

Austria vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina https://www.facebook.com/austriavicina