Mercoledì 22 Maggio 2024

20.12.27 Primo carico vaccino Biontech-Pfizer a ViennaIn Austria il primo carico di 9.750 dosi di vaccino Biontech-Pfizer è arrivato a destinazione alle 5.35 del mattino: lo stabilimento dell’industria farmaceutica Herba Chemosan Apotheker, nel quartiere di Simmering, a Vienna. Il camion frigorifero che ha effettuato il trasporto era partito da Puurs, in Belgio, alle 2 del mattino e sul territorio austriaco è stato scortato da auto della Polizia. Dalla sede dell’Herba Chemosan Apotheker le dosi ora saranno distribuite in tutta l’Austria.

2448405_artikeldetail-maxi_1vVUUk_1rtfjdQuanto il vaccino fosse atteso e quanto grandi siano le speranze in esso riposte lo dimostra la composizione del “comitato di accoglienza” radunatosi nel cuore della notte nello stabilimento di Simmering. C’era, tra gli altri, la ministra della Difesa, Klaudia Tanner, e c’erano il sindaco di Vienna, Michael Ludwig, e la governatrice della Bassa Austria, Johanna Mikl-Leitner.

Il primo carico ha un valore essenzialmente simbolico. Si è voluto che le prime dosi disponibili fossero distribuite in tutti i 27 Paesi dell’Ue, perché in tutti si potesse dare inizio oggi, contemporaneamente, alla vaccinazione. Quantitativi maggiori arriveranno nelle prossime settimane e saranno consegnati in 17 depositi in tutta l’Austria. I medici, con il vaccino, riceveranno anche un set di siringhe. Il farmaco viene consegnato dalla casa produttrice alla temperatura di 74 gradi sotto zero, ma al momento di essere iniettato alle persone la sua temperatura sarà riportata tra i 2 e gli 8 gradi.

A Vienna i primi cinque che si sottoporranno volontariamente alla vaccinazione sono pazienti a rischio di oltre 80 anni. Sempre oggi altre vaccinazioni saranno effettuate in case di cura e di riposo per anziani in Alta e Bassa Austria, Stiria, Salisburgo, Vorarlberg e Tirolo. Alla prima giornata non prenderanno parte la Carinzia e il Burgenland. Un secondo carico arriverà domani, mentre quantitativi maggiori sono attesi per il 31 gennaio.

In concomitanza con l’arrivo in Austria dei primi vaccini si è svolta a Graz una manifestazione dei “no-vax”, per protestare contro i test di massa, contro l’obbligo di vaccinarsi (che in realtà non esiste), contro le misure restrittive del terzo lockdown. Un centinaio di persone si sono radunate verso le 14 nella piazza della stazione e di lì hanno marciato in direzione della Hauptplatz, la piazza principale della città, nel centro storico, su cui si affaccia il municipio. Strada facendo, altre persone si sono unite ai manifestanti, così che all’arrivo nella Hauptplatz il loro numero superava ormai il migliaio. Una folla composita, formata da uomini, donne, bambini, ovviamente tutti senza mascherina e senza distanziamento. Non sono stati segnalati scontri con la polizia, molto probabilmente perché la polizia non ha mosso un dito per disperdere i dimostranti o per sanzionarli.

 

NELLE FOTO, l’arrivo a Vienna del primo carico di vaccini Biontech-Pfizer e il corteo dei manifestanti “no-vax” di ieri pomeriggio a Graz.

________________

Austria Vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina https://www.facebook.com/austriavicina.

 

 

Lascia un commento