Lunedì 22 Aprile 2024

Comincia il Ramadan e il governatore della Carinzia, Peter Kaiser, pensa di rivolgere un augurio alla comunità di fede islamica presente in Carinzia. Benché non credente, lo fa con tutte le comunità religiose, ritenendo almeno su questo piano di dover essere il governatore di tutti. In occasione della recente Conferenza episcopale in Carinzia, per esempio, aveva voluto partecipare alla messa solenne che aveva concluso l’incontro tra i vescovi austriaci e con lui lo avevano fatto anche gli altri membri del governo del Land.

Ma torniamo al Ramadan. Kaiser pubblica un post su Facebook con la scritta: “Auguro a tutte le donne e gli uomini musulmani in Carinzia e nel mondo intero un Ramadan di riflessione”. Apriti cielo! Già poche ore dopo il post era sommerso di commenti di irritazione e di roventi critiche (oggi è stata sfiorata quota 500).

C’erano, è vero, anche commenti di ringraziamento e di apprezzamento, ma il numero maggiore erano di incomprensione e protesta. “Dove sono i suoi auguri per la Quaresima e la Pasqua?”, chiede un tizio che evidentemente vive fuori dal mondo e non sa della presenza del governatore alla conferenza dei vescovi. Un altro ironizza: “È uno scherzo di aprile anticipato?”. “Mi viene da vomitare”, aggiunge un altro. E poi accuse di “cialtroneria e servilismo”, nonché di opportunismo, solo “pensando ad accaparrare voti alle elezioni”.

“Le critiche a un post così innocuo – ha dichiarato Andreas Schäfermeier, portavoce di Kaiser – è un ulteriore segnale di allarme, perché la nostra comunità, così pacifica e solidale, può essere turbata da chi consapevolmente fomenta la spaccatura e sobilla le persone”. Schäfermeier ha espresso anche sorpresa, perché il recente post non è una novità. Il Landeshauptmann ne aveva pubblicato analoghi anche nei precedenti Ramadan e aveva ritenuto di doverlo fare anche quest’anno, in considerazione dei tempi difficili che stiamo vivendo, in cui è importante “anteporre ciò che ci unisce”. Lo stesso motivo ispiratore della Comunità islamica in Austria (Islamische Glaubensgemeinschaft in Österreich), che per il Ramadan di quest’anno ha scelto il motto “Essere umani unisce”.

NELLA FOTO, il post pubblicato su Facebook dal governatore della Carinzia, Peter Kaiser.

__________________________

Austria vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina https://www.facebook.com/austriavicina