Venerdì 19 Luglio 2024

Una delle più antiche e tradizionali gioiellerie di Vienna si chiama A.E. Köchert. La sigla E.A. sta probabilmente per Alexander Emanuel, subentrato al padre Jakob Heinrich, a metà ‘800, nella conduzione del laboratorio, per lasciarlo ai suoi figli alla sua morte, nel 1879. Oggi la gioielleria A.E. Köchert è sempre di proprietà della famiglia, giunta alla sesta generazione, e si trova nel Neuer Markt, a due passi dalla Cripta dei cappuccini.

I Köchert erano tra i più rinomati gioiellieri europei già all’epoca dell’Esposizione Universale di Vienna, nel 1873. Questa tradizionale azienda, fornitrice ufficiale della casa d’Asburgo fino alla caduta dell’impero, realizza ancora oggi gioielli tipicamente viennesi a cavallo tra avanguardia e classicità.

I pezzi più noti di Köchert sono le Stelle di Sissi. L’imperatrice Elisabetta possedeva ben 27 stelle di diamanti realizzate da Köchert, che portava inserite in collane e diademi, come spille o pendenti, o nell’acconciatura. Gliele regalò nel primo anniversario di nozze il marito Francesco Giuseppe, che pure era noto per la sua parsimonia. Ma a quel tempo la fiamma dell’amore era ancora accesa e consentiva al giovane imperatore di non badare a spese per la bella sposa.

E proprio così, luccicanti fra i capelli dell’imperatrice nell’iconico ritratto di Franz Xaver Winterhalter ora esposto al Museo di Sissi nel Palazzo imperiale di Vienna, le “stelle” divennero una vera e propria moda in tutta Europa e ancora oggi sono celebri in tutto il mondo. Le Stelle di Sissi, replicate seguendo il disegno originale, si possono acquistare ancora oggi da A.E. Köchert.

Come ogni azienda artigianale che si rispetti, Köchert collaborò anche con il circolo Wiener Werkstätte. Oggi gli orafi di Köchert non riproducono solo pezzi storici, ma realizzano anche molti oggetti in base a disegni firmati da designer contemporanei. La storica sede di vendita progettata da Hansen ha un tocco contemporaneo, ma il Salone Hansen è stato preservato nella sua forma originale del 1873. Nel tradizionale laboratorio al primo piano si producono ancora oggi pregiati gioielli; vi è annesso un salone che funge anche da museo, in cui sono esposti preziosi disegni originali e bozze di gioielli.

Per saperne di più: A.E. Köchert, Neuer Markt 15, www.koechert.com.

[Contributo di Wien Tourismus]

NELLA FOTO, l’ingresso e una vetrina della gioielleria A.E. Köchert, dal 1863 nella sua attuale sede al numero 15 del Neuer Markt, a fianco della Cripta dei cappuccini.

__________________________

Austria vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina https://www.facebook.com/austriavicina.