Giovedì 22 Febbraio 2024

20.02.03 Francobollo su BrexitManifestazioni di giubilo o di sconforto per la Brexit si sono avute non soltanto a Londra e in altre città del Regno Unito, ma anche in Austria. Qui le Poste hanno voluto commemorare l’evento con un apposito francobollo, che mostra una carta d’Europa, con gli Stati dell’Unione in blu e la Gran Bretagna, l’Irlanda del Nord e Gibilterra in celeste evanescente.

Non è ben chiaro il senso dell’emissione. Se sia stata disposta per festeggiare o per criticare la decisione dei cittadini britannici di uscire dall’Ue. Il nuovo francobollo sorprende, perché segue di pochi giorni un altro francobollo, emesso per celebrare i 25 anni di adesione dell’Austria all’Ue. Il primo è stato emesso il 31 gennaio, ovvero nell’ultimo giorno di appartenenza del Regno Unito all’Unione, e questa data è stampata al margine della mappa dell’Europa. Il secondo è stato emesso il 22 gennaio, che non corrisponde però esattamente al giorno di ingresso dell’Austria nell’Ue, avvenuto il 1. gennaio del 1995.

20.02.03 Francobollo 25 anni Austria in UeLa vicinanza temporale tra le due emissioni è del tutto casuale. L’uscita del francobollo per la Brexit, infatti, era programmata il 29 marzo scorso, ovvero il giorno inizialmente previsto per il divorzio del Regno Unito dall’Europa. Lo slittamento della data ha messo in difficoltà le Poste austriache, che avevano già fatto stampare 140.000 francobolli dalla Joh. Enschedé Stamps BV., storica tipografia olandese per la produzione di francobolli.

I francobolli sono così rimasti tutti questi mesi in magazzino e, per non buttare via il lavoro fatto, quando è stata stabilita la data definitiva della Brexit si è provveduto a sovrastamparli, cancellando la data del 29 marzo e sostituendola con quella nuova. Sono stratagemmi, come i filatelici ben sanno, usati dalle Poste di tutto il mondo, ma in periodi storici d’emergenza: in tempi di guerra, in territori occupati da truppe straniere (per esempio il Territorio libero di Trieste) o in seguito a cambi di regimi politici (i francobolli del Regno d’Italia con la sovrastampa della Repubblica sociale di Salò). Il caso attuale delle Poste austriache ci pare rappresenti un “unicum” in tempi di pace.

Per completezza, aggiungiamo che il francobollo ha un valore facciale di 1,80 euro ed è stato disegnato da Anita Kern. L’altro francobollo, per i 25 anni dell’Austria nell’Ue, ha un valore di 2,19 euro ed è stato disegnato da Karin Klier.

_____________________

Austria Vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina https://www.facebook.com/austriavicina.

 

Lascia un commento