Martedì 23 Luglio 2024

La Nordkette è il monte di casa degli abitanti di Innsbruck. Si chiama così, perché domina da nord la città ed è facilmente raggiungibile con una telecabina. In realtà il suo vero nome sarebbe Inntalkette, perché è uno dei quattro rami del Karwendel che segue il tratto superiore della valle dell’Inn. Ma noi possiamo continuare a chiamarlo Nordkette, che serve a identificare la zona a nord di Innsbruck: uno straordinario punto panoramico sul capoluogo del Tirolo.

Sulla Nordkette ci si va d’inverno per sciare e nelle altre stagioni dell’anno per camminare o arrampicare. L’offerta di sentieri, vie di arrampicata, vie ferrate è ampia. Ogni anno in luglio si aggiunge un’offerta in più, di genere musicale: i “Nordkette Wetterleuchten”, i “Lampi sulla Nordkette”, un piccolo ma raffinato festival di musica elettronica, che ha luogo alla Seegrube, l’area al termine della seconda rampa dell’impianto di risalita, a 1.905 metri di altezza.

Fino a 1.100 appassionati di musica elettronica si incontrano durante questo festival unico, circondato da un fantastico scenario montano, per respirare aria buona, ballare, festeggiare, campeggiare. L’appuntamento di questa edizione è dal 13 al 14 luglio, due giorni e due notti con dj e artisti internazionali, ottima musica, le luci di Innsbruck a fondovalle, le stelle nel cielo, per un’esperienza indimenticabile.

Gli organizzatori hanno annunciato la partecipazione di Gegenstrom, Apanorama, Hertzinger, K not K, One Ticket to the Moon, Se Neka, il collettivo “Im Kreis” e Carl Heenz. Ma nel frattempo potrebbero essersi aggiunti altri nomi. Il programma, costantemente aggiornato, è pubblicato sul sito www.wetterleuchten.at.

[Contributo di Tirol Werbung]

NELLE FOTO, la stazione di arrivo del secondo tratto della telecabina alla Seegrube, location del festival, e la stessa zona, trasformata in campeggio, con le luci di Innsbruck a fondovalle.

__________________________

Austria vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina

https://www.facebook.com/austriavicina