Lunedì 22 Aprile 2024

La scoperta dell’Attersee come meta di villeggiatura estiva iniziò a metà del 19. secolo e presto diventò meta prediletta della borghesia viennese, di artisti e intellettuali, incantati dalle sfumature fra il blu e il turchese delle sue acque. Gustav Mahler e Gustav Klimt furono solo alcuni degli ospiti illustri che si riposarono e si ispirarono a questa zona.

Nel 1893 Gustav Mahler e i suoi fratelli si recarono per la prima volta in vacanza a Steinbach am Attersee. Per immergersi ancora di più nella natura e poter lavorare in tranquillità, nella primavera del 1894 il compositore fece costruire dal capomastro Johann Lösch un “Komponierhäuschen”, letteralmente una “casetta dove comporre”, sul terreno del “Gasthof zum Höllengebirge”, direttamente sul lago. Questa semplice costruzione, con una sola stanza con doppie finestre su tre lati e una porta vetrata, arredata con un tavolo e una poltrona, una stufa e, naturalmente, un pianoforte a coda, servì a Mahler come rifugio di lavoro per quattro estati. L’ambiente appartato, ma allo stesso momento così vicino alla natura, fece il suo effetto sulla creatività di Mahler: mezza dozzina di Lieder, il completamento della Seconda Sinfonia e l’intera Terza Sinfonia furono infatti scritti a Steinbach am Attersee.

Il Gustav Mahler Festival 2023 si svolgerà a Steinbach dal 21 al 25 giugno e avrà come tema la spiritualità nelle composizioni mahleriane.

https://www.mahler-steinbach.at/english/festival-2023/

https://www.mahler-steinbach.at/english/mahler-in-steinbach-en/composing-hut/

[Contributo di Österreich Werbung]

NELLA FOTO, cottage affacciato sull’Attersee dove Gustav Mahler si ritirava per comporre le sue opere.

__________________________

Austria vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina https://www.facebook.com/austriavicina.

Lascia un commento