Venerdì 14 Giugno 2024

Nel 2025 i Wiener Symphoniker festeggeranno i loro 125 anni di vita. La nascita della prestigiosa orchestra di Vienna risale infatti al 30 ottobre del 1900. Non riusciamo nemmeno a immaginarci come fosse allora la capitale dell’impero. I palazzi del Ring erano ormai quasi tutti completati e si stava mettendo mano alla fascia più esterna del centro storico, quella su cui si affaccia la Konzerthaus, sede dei Symphoniker.

Ma 125 anni fa la Konzerthaus non esisteva e l’area era ancora inedificata. Il palazzo dello Jugendstil viennese sarà inaugurato soltanto nel 1913. Nel frattempo i Symphoniker, che in quegli anni si chiamano Wiener Concertverein (Associazione concertistica viennese), devono trovare di volta in volta ospitalità in altre sedi per i loro concerti. Il loro repertorio va dalla musica classica, come i “cugini” Philharmoniker, a quella popolare, perché lo scopo è di coinvolgere il maggior numero di persone e non soltanto un’élite di cultori. Il messaggio viene subito colto, al punto che molti compositori affidano ai Symphoniker i loro spartiti freschi d’inchiostro, per le prime esecuzioni.

Ne parliamo già oggi, benché all’anniversario manchi più di un anno, perché i dirigenti dell’istituzione hanno deciso di celebrare la ricorrenza con un calendario di concerti che comincia già quest’anno. Non entriamo nel dettaglio (che i lettori interessati potranno trovare qui, in lingua inglese o tedesca). Ci limitiamo a rilevare che nella scelta delle opere da eseguire si è tenuto conto di quelle che, come ricordavamo sopra, ebbero nei Wiener Symphoniker i primi esecutori.

Si comincia il prossimo 13 settembre e si finisce il 30 ottobre del 2025. Il primo concerto è dedicato a Arnold Schönberg, con i “Gurre Lieder” e l’opera “Pelleas und Melisande”, per proseguire con la 9. Sinfonia di Anton Bruckner, la suite del Cavaliere della Rosa di Richard Strauss, il Concerto per pianoforte per la mano sinistra di Maurice Ravel, l’Oratorio “Das Buch mit sieben Siegeln” di Franz Schmidt, l’Oratorio di Natale di Johann Sebastian Bach, la Sinfonia dei mille di Gustav Mahler. Ricordiamo che di Schönberg ricorre il 150. anniversario della nascita e di Bruckner il 200. (ne avevamo scritto il 2 marzo 2024 e il 3 marzo 2024).

In questi concerti i Symphoniker saranno guidati dall’attuale direttore, Peter Popelka, ma in alcune occasioni saliranno sul podio direttori che hanno diretto in anni passati l’orchestra, quali Philippe Jordan e l’italiano Fabio Luisi.

I concerti per i 150 anni non esauriranno il lavoro dei Symphoniker, che saranno molto impegnati in patria e all’estero, con una tournée per complessive 29 esibizioni. Tra queste, quattro saranno tenute a Trieste, con il titolo “Primavera da Vienna”.

NELLA FOTO di Peter Rigaud, l’orchestra dei Wiener Symphoniker al completo, con il direttore Peter Popelka.

__________________________

Austria vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina

https://www.facebook.com/austriavicina