Giovedì 22 Febbraio 2024

La Carinzia sostiene che vi sono ben “undici buoni motivi” per andare alla scoperta del Land. Ieri ne abbiamo indicato cin19.12.08 Inverno in Carinzia - Copiaque e oggi completiamo il giro, soffermandoci sugli altri sei.

NATURA MAGICA. Avete mai sentito parlare dei “Momenti magici” della Carinzia? Si tratta di escursioni, da una o mezza giornata, alla scoperta della fauna e della flora che caratterizza la sconfinata natura della regione che si snoda tra monti e laghi attraversando luoghi incontaminati di mistica bellezza. Accompagnati da una guida ci si immerge per alcune ore nel mondo sorprendente e autentico dell’ambiente naturalistico di questi luoghi. La scelta spazia dalle escursioni con le ciaspole, per avvistare gli stambecchi, all’osservazione delle stelle nel parco naturale del Weissensee, dalle tracce dell’antico artigianato e alla produzione di cosmetici naturali.

ESCURSIONI SUGLI SCI. Il boom dello scialpinismo ha contagiato anche la Carinzia. Sul suo portale scialpinistico si trovano oltre 160 itinerari, tra i quali spicca una vera particolarità: il Nockberge-Trail, un trekking con gli sci ai piedi che collega cinque zone sciistiche: Katschberg, Innerkrems, Turrach, Falkert e Bad Kleinkirchheim/St. Oswald. Si tratta del19.12.08 Carinzia, inverno 2 - Copia primo trail scialpinistico prenotabile online tutto l’anno. Suddiviso in quattro tappe giornaliere, l’itinerario è adatto per scialpinisti preparati e ben allenati, che preferiscono evitare impegnativi passaggi alpinistici. 

Ogni tappa prevede fino a sei ore di marcia, ma lungo l’itinerario sono presenti impianti di risalita che consentono di risparmiare diversi metri di dislivello per tappa. Tra le unicità del percorso c’è anche il fatto che lungo il Nockberge-Trail non si dorma nelle camerate dei rifugi, come è consuetudine in tanti altri itinerari scialpinistici di più giorni, ma in lussuosi wellness hotel, dove si gusta la gastronomia dell’Alpe Adria. In estate, invece, il Nockberge-Trail può essere esplorato anche a piedi.

19.11.24 Sölden, funivia Gaislachkogelbahn, ristorante Iceq - Copia EMOZIONI NOTTURNE. In Carinzia le giornate invernali sono piene di divertimento, avventura ed emozionanti esperienze. Anche quando il sole tramonta alle spalle delle montagne ci sono ancora motivi per emozionarsi. Qui chi ha voglia di insolite avventure notturne può trovare ciò che cerca, sfruttando, per esempio, una delle piste da sci aperte anche dopo il tramonto, come a Bad Kleinkirchheim e a Nassfeld/Pramollo, oppure durante una gita di sci alpinismo con le lampade frontali sul Dreiländereck. Diverse località invece propongono escursioni con le ciaspole al chiarore della luna piena, ad esempio sul monte Dobratsch, o divertenti discese notturne in slittino come al Katschberg, sulla Turrach e a Innerkrems. Infine, emozioni del tutto nuove attendono gli ospiti alle Kärnten Therme di Villaco durante le “notti di sauna con la luna piena” (“Vollmond-Saunanächte”).

COSE MAI VISTE. Voglia di provare qualcosa di nuovo? Esperienze insolite si possono fare sul Weissensee (immersioni sotto la superficie ghiacciata del lago) e ad Heiligenblut e a Nassfeld-Pramollo. In quest’ultima località si tr19.12.08 Katschberg, Avvento 2 - Copiaova anche un centro dedicato agli “sport invernali insoliti”, dove è possibile provare la snowbike (accessibile anche a Bad Kleinkirchheim, sul Weissensee o al Dreiländereck), l’hammerhead, lo snowtrike e il minibob. Esperienze più tranquille sono i trekking in compagnia di simpatici lama, per esempio nella zona sciistica di Nassfeld/Pramollo, o una romantica gita in carrozza trascinata dai cavalli a Nassfeld/Pramollo e al Katschberg.

19.12.08 Carinzia, inverno, gastronomia - CopiaCUCINA SEDUCENTE. Nelle stazioni di sport invernali, ma anche direttamente sulle piste da sci, ristoranti, trattorie e rifugi invitano a soste ristoratrici. Molti di questi locali seducono gli ospiti con specialità tipiche della Carinzia, in buona parte conformi alla filosofia “slow food”. Quasi in ogni angolo della Carinzia si trovano particolarità gastronomiche nate dalla passione e dalla cura per i prodotti locali. Coltivare un rapporto rispettoso con la natura e con le sue preziose risorse, promuovere la sostenibilità e tutelare la varietà dei sapori locali sono valori ben radicati nella regione.

Fra le specialità tipiche della cucina carinziana ci sono i tortelloni carinziani, (Kärntner Käsnudel), la trota di lago carinziana, (Kärntner Laxn), la tipica merenda al tagliere “Brettljause”, che può essere farcita per esempio con formaggio e speck della valle Gailtal, le specialità a base di selvaggina della zona, l’agnello del Grossglockner, (Glocknerlamm), la carne bio di oca, il pane contadino della Lesachtal, patrimonio mondiale dell’ Unesco, i tortelloni alle pere secche con burro al miele (Kletzennudel) e il Reindling, una focaccia lievitata con zucchero, uva sultanina e cannella. Da non dimenticare infine l’acquavite al pino cembro fatta in casa, (Zirbenschnaps).

* * *

WINTER CARD. È disponibile la “Winter Kärnten Card”, ideale compagna di viaggio per muoversi in Carinzia. Nella card sono comprese tranquille escursioni con le ciaspole, risalite lungo le montagne ricoperte di neve, la vista dei panorami dalla Pyramidenkogel, l’offerta culturale dei musei, le funivie e tanto altro. Tutto questo fa parte dell’offerta della Winter Kärnten Card in vendita a partire da 29 euro. Per ulteriori informazioni: www.kaerntencard.at

 

Per informazioni: www.carinzia.at.

[Contributo di Kärnten Tourismus]

_____________________

Austria Vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina https://www.facebook.com/austriavicina.

Lascia un commento