Lunedì 22 Aprile 2024

Sotto l’albero di Natale dei politici austriaci di solito arriva in questa stagione un aumento dell’indennità di carica, rapportato all’indice di aumento dei prezzi al consumo. Tutti gli anni è così, ma forse non quest’anno. Probabilmente in vista delle elezioni politiche (ed europee) del 2024, il governo ha deciso questa volta di rinunciare all’aumento. Si scrive “scelta popolare”, ma si legge “scelta populista”.

Il “Nulllohnrunde”, cioè l’azzeramento dell’aggiornamento degli “stipendi”, vale solo per il governo e per i politici che rivestono cariche di vertice, quello meglio remunerate: il presidente della Repubblica, il presidente del Parlamento, i capigruppo parlamentari. Invece i deputati e i membri del Bundesrat (la seconda Camera del Parlamento, rappresentativa dei Länder) si accontenteranno di un aumento delle indennità del 4,85%, che corrisponde alla metà del tasso di inflazione, che in Austria è stato del 9,7%, tra i più alti in Europa.

Quella che per le massime cariche dello Stato è una scelta vincolante diventa soltanto una “raccomandazione” per i politici impegnati a livello regionale e comunale. La maggior parte dei Länder ha comunicato che vi si adegueranno. In Tirolo, Vorarlberg, Salisburghese, Alta Austria e Stiria governatori, assessori e consiglieri regionali si aumenteranno lo stipendio del 4,85% (metà dell’inflazione). Nel Burgenland si applicherà il “Nulllohnrunde”: zero aumenti.

Non abbiamo notizie della Bassa Austria, dove una decisione dovrebbe essere presa la prossima settimana. Sappiamo invece che la Carinzia andrà per la sua strada e, sorda all’appello del governo, applicherà l’adeguamento pieno del 9,7%, ma solo a partire da luglio. Qui si fa osservare che le indennità di carica sono le più basse di tutta l’Austria, per cui l’adeguamento al tasso di inflazione sembrerebbe più che giustificato.

Lo scenario è disomogeneo a livello comunale. Nei Comuni del Salisburghese, per esempio, gli aumenti delle indennità sarà del 9,7%, mentre in quelli dell’Alta Austria si limiterà al 4,85%. In Tirolo gli amministratori comunali riceveranno un adeguamento pieno (9,7%), fatta eccezione però per Innsbruck, Comune capoluogo.

NELLA FOTO, i governatori dei nove Länder dell’Austria, che hanno fatto scelte diverse nell’adeguamento delle loro indennità al costo della vita.

__________________________

Austria vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina https://www.facebook.com/austriavicina.