Venerdì 19 Luglio 2024

Tra le vittime dell’attacco di Hamas di sabato scorso a Israele figurano anche due cittadini austriaci. Lo ha comunicato ieri sera il Ministero degli Esteri di Vienna. I loro nomi vanno aggiunti ai tre austriaci presi in ostaggio dai terroristi e trasferiti nella striscia di Gaza. Il Ministero ha rilasciato una dichiarazione, secondo la quale i due “sarebbero vittime del brutale terrorismo di Hamas contro Israele”. “In questi tempi difficili – si legge ancora nella nota ministeriale – il nostro cordoglio va alle loro famiglie e ai loro amici”.

Nel frattempo il Ministero ha organizzato il rimpatrio degli austriaci che in questi giorni si trovavano sul suolo israeliano. Ieri, alle 15.14, è atterrato all’aeroporto di Vienna un Airbus A320 dell’Austria Airlines con 176 persone a bordo (139 austriaci; gli altri erano israeliani, polacchi, tedeschi, francesi, croati, statunitensi, svedesi, ungheresi e britannici). Alle 17.20 è atterrato un secondo aereo dell’Aua, con 70 passeggeri a bordo, che aveva lasciato Israele già mercoledì, ma che aveva fatto tappa a Cipro.

Il piano iniziale del Ministero degli Esteri era di provvedere all’evacuazione da Israele con un aereo da trasporto Herkules dell’Esercito, ma il velivolo (in dotazione dal 2006, ma vecchio di oltre 50 anni) era dovuto precipitosamente riatterrare subito dopo il decollo, per problemi tecnici. Per questa ragione era stato necessario provvedere con voli charter dell’ex compagnia di bandiera Austria Airlines, ora assorbita da Lufthansa.

__________________________

Austria vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina https://www.facebook.com/austriavicina.