Sabato 13 Luglio 2024

Anche in Carinzia il maltempo di questi giorni ha voluto la sua vittima: un ciclista di 53 anni risucchiato dalle acque ingrossate del fiume Glan, nella zona di Sankt Michael am Zollfeld, pochi chilometri a nord di Klagenfurt.

Il tragico incidente è avvenuto intorno alle 13 di ieri. L’uomo stava spingendo a piedi la sua bicicletta su una pista ciclabile situata lungo la sponda del Glan, senza accorgersi che un campo adiacente era sommerso dall’acqua e che quella massa d’acqua si riversava nel Glan, attraversando la pista. È lecito presumere che il ciclista, per non dover rifare a ritroso il percorso, avesse ritenuto di poter “guadare” quello scorrimento d’acqua, impetuoso ma poco profondo. Invece non è andata così: la corrente lo ha travolto, trascinando lui e la bicicletta nel Glan.

Due persone che si trovavano nelle vicinanze hanno assistito alla scena e hanno dato l’allarme. Sono subito accorsi i volontari della protezione civile di Sankt Michael e uomini della polizia, cui si è aggiunta una squadra di sommozzatori della centrale di Klagenfurt dei vigili del fuoco. Sono state avviate ricerche nel fiume in piena e sono stati presidiati tutti i ponti a valle del luogo in cui era stata segnalata la scomparsa del ciclista. Soltanto alle 15 ne è stato ritrovato il cadavere all’altezza del ponte di Karnburg.

La tragedia segna il momento più drammatico di un fine settimana che ha visto la Carinzia e la Stiria flagellate dal maltempo, come non era mai accaduto finora nei mesi estivi. Centinaia le case allagate, le frane, le strade interrotte, migliaia le case senza corrente elettrica. Vigili del fuoco volontari e professionali, volontari della Croce rossa e di altre organizzazioni di assistenza, poliziotti e tecnici dei comuni e del Land hanno lavorato senza risparmio di energie per fornire aiuto alle persone colpite. Gli interventi dei vigili del fuoco, dall’inizio dell’emergenza, sono stati oltre 2.600.

In serata le condizioni meteorologiche sono migliorate e la pioggia è cessata.

NELLA FOTO, una delle case colpite dalle frane in Carinzia.

__________________________

Austria vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina https://www.facebook.com/austriavicina.