Martedì 23 Luglio 2024

Il 6 e il 7 settembre (un venerdì e un sabato) torna l’Airpower a Zeltweg. È la parata aerea più importante dell’Austria, che richiama in Stiria nelle due giornate 300.000 visitatori. Quest’anno è prevista la partecipazione – in volo o in mostra statica – di 206 aerei di 20 Paesi. I dettagli del programma sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa dal generale di brigata Gerfried Promberger (in Austria non esiste un’arma aeronautica autonoma, ma l’aviazione è parte dell’Esercito), con la partecipazione del governatore del Land, Christopher Drexler (Övp). Mancava la ministra della Difesa, Klaudia Tanner, trattenuta a Vienna dai funerali dell’ex cancelliera Brigitte Bierlein.

Lo spettacolo è assicurato dalla partecipazione di varie pattuglie acrobatiche, da elicotteri e aerei di vario genere e dimensione, tra cui, per la prima volta nei cieli austriaci, un F35 Usa (come quelli richiesti dall’Ucraina), pilotato da una donna.

Insomma, tante cose da vedere sul campo di volo di Zeltweg e tante notizie da riferire per i giornalisti presenti alla conferenza. E invece qual è stata la notizia che ha fatto più notizia sulla stampa austriaca? L’assenza delle Frecce Tricolori, la Pattuglia acrobatica nazionale italiana, che aveva sempre rappresentato il momento clou nelle precedenti edizioni dell’Airpower. Proprio in quei giorni, infatti, i nostri piloti saranno impegnati in esibizioni negli Usa. Citiamo un titolo per tutti, quello della Kleine Zeitung, il quotidiano della Stiria che ospiterà la parata aerea: “L’Airpower si accresce, con molte attrazioni, ma senza le Frecce tricolori”.

Insomma, della conferenza di presentazione dell’evento non ha colpito di più ciò che ci sarà, ma ciò che non ci sarà. A Nanni Moretti potrebbe venire il singhiozzo, perché il caso richiama alla memoria il suo “Ecce bombo”, con la domanda esistenziale: “Mi si nota di più se vengo o se non vengo per niente?”.

Ma, al di là della battuta, la reazione della stampa austriaca è rivelatrice dell’entusiasmo che le nostre Frecce tricolori suscitano anche nei cieli di Zeltweg, tanto da essere considerate una delle ragioni principali di richiamo del pubblico. La loro esibizione chiude ogni anno lo show aereo, perché è la più emozionante e spettacolare delle due giornate. Una prova di grande abilità, che stupisce sul piano tecnico, ma anche su quello estetico.

Di tanto in tanto c’è qualcuno che chiede la soppressione della Pan, per tante ragioni che hanno una loro logica. Dimentica, tuttavia, ciò che le Frecce tricolori significano. Sono ambasciatrici nel mondo dell’eccellenza italiana nella tecnica e nel volo, che giovano a far apprezzare il nostro Paese. E consente agli italiani all’estero di essere orgogliosi della loro patria.

NELLA FOTO, i jet della Pattuglia acrobatica nazionale in volo sul campo di Zeltweg in una precedente edizione dell’Airpower. La foto è stata pubblicata dalla Kleine Zeitung, sotto il titolo che annunciava l’assenza quest’anno delle Frecce tricolori.

__________________________

Austria vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina

https://www.facebook.com/austriavicina