Lunedì 22 Aprile 2024

Se ci siamo fatti un’idea dell’Austria del 19. secolo, lo dobbiamo non soltanto agli studi storici di quel periodo, ma anche ai dipinti di due maestri dell’Ottocento: Ferdinand Georg Waldmüller e Rudolf von Alt. Waldmüller è stato uno dei massimi pittori del Biedermeier e le sue opere ci hanno restituito non soltanto i paesaggi dell’Austria, tra il Congresso di Vienna e i moti del ’48, ma anche le atmosfere e i “paesaggi umani” di quell’epoca. Rudolf von Alt è di qualche anno posteriore a Waldmüller, ma anche lui ci ha raccontato l’Austria di quel secolo con oltre mille acquarelli.

La Galleria del Belvedere conserva molte opere di von Alt e la più ricca collezione di olii di Waldmüller, di cui ingiustamente sentiamo parlare molto poco, perché messi in ombra dal “Bacio” di Gustav Klimt, che calamita l’attenzione di tutti i visitatori dell’ex residenza estiva del principe Eugenio di Savoia.

Ora la collezione ottocentesca del Belvedere si è arricchita di altre due opere di grande interesse dei due artisti: “L’estrema unzione” di Ferdinand Georg Waldmüller e “La bella fontana davanti alla Frauenkirche di Norimberga” di Rudolf von Alt, lasciate in legato al museo da un collezionista.

“Con queste nuove acquisizioni – ha dichiarato la direttrice del Belvedere, Stella Rollig – non solo viene arricchita la più grande collezione al mondo di dipinti di Waldmüller, ma viene ampliata anche la raccolta di vedute urbane di Rudolf von Alt. In questo modo può essere rafforzata la nostra ricerca su due dei più significativi artisti austriaci del 19. Secolo”.

Entrambe le opere saranno dapprima affidate al reparto di restauro della Galleria del Belvedere, per poi essere esposte al pubblico.

NELLA FOTO, il dipinto de “L’estrema unzione” realizzato da Ferdinand Georg Waldmüller nel 1846.

__________________________

Austria vicina è anche su Facebook. Clicca “mi piace” alla pagina https://www.facebook.com/austriavicina.